Rassegna stampa

Stop alle dipendenze

Messaggero Veneto, 03 GIUGNO 2012

Iniziativa dedicata ai giovani per combattere le dipendenze

PASIAN DI PRATO
Stop alle dipendenze, al gioco d’azzardo e all’abuso d’alcol. La proposta dedicata ai giovani che hanno ruoli nelle associazioni e in ambito educativo nasce dal sodalizio Minoranza creativa e gode del patrocinio del Comune, che è partner attivo. Obiettivo del progetto è di svolgere un’attività di sensibilizzazione dei giovani attraverso un percorso di formazione e la progettazione di attività educative. L’idea sarà sottoposta ad animatori che saranno istruiti sui temi da trattare. Poi sarà avviata una sperimentazione delle attività e sarà effettuato un report dei risultati. L’iniziativa sarà realizzata senza oneri diretti per il bilancio, ma con il supporto logistico del Comune che offrirà auditorium, sale, infrastrutture e collaborazione per realizzare il programma. «Sulla scia di quanto realizzato attraverso il progetto giovani 360 – spiega il consigliere Del Forno – sarà attuata l’iniziativa col supporto di fondi regionali. Saranno coinvolti ragazzi tra i 14 e i 19 anni e le associazioni del territorio, proprio come successo anche per il progetto sul bullismo».

Pedibus, oltre trenta alunni a piedi tra casa e scuola

Messaggero Veneto, 22 MAGGIO 2012

PASIAN DI PRATO
Esperimento “Piedibus” riuscito. Dopo una decina di giorni il progetto che permette ai bambini di raggiungere la scuola a piedi autonomamente ha già riscosso ampi consensi. Al punto che al momento sono oltre 30 gli alunni che si ritrovano ogni mattina nelle fermate prestabilite. Sono due le linee attive (tigre e medusa) che partono rispettivamente da via Torino e piazza di Sotto. I percorsi si snodano lungo le piste ciclabili e negli attraversamenti stradali sono protetti dalla presenza dei volontari che fermano il traffico delle auto. Dopo una ventina di minuti a piedi, per una distanza di circa 900 metri, i bambini, guidati da tre accompagnatori e muniti di pettorine fosforescenti raggiungono la scuola. «Sono tutti molto felici – dice il coordinatore Alberto Gressani – e anche quando ha piovuto i bambini hanno scelto di venire a scuola a piedi, muniti di ombrello». All’orizzonte, prima della fine dell’anno scolastico, c’è una festa con premi per i bambini che hanno aderito all’iniziativa. «E il prossimo anno la ripeteremo sicuramente – spiega l'assessore all’istruzione, Alessandro Longhino – visto il successo». (e.b.)

Anche a Pasian di Prato arriva il Pedibus

Messaggero Veneto, 6 Maggio 2012

Anche a Pasian di Prato arriva il Pedibus. Nelle ultime quattro settimane di scuola (dal 14 maggio) prenderà il via la sperimentazione che coinvolgerà 53 bambini delle classe seconde, terze quarte della scuola primaria Fruch. Gli scorsi giorni si è svolta una riunione per definire i dettagli tecnici: sono previste due linee e dieci accompagnatori. Al progetto hanno aderito anche gli scout, il gruppo alpini e i componenti della Protezione civile, garantendo la presenza per accompagnare gli alunni lungo il tragitto casa-scuola. Ogni volontario, in ogni caso, sarà formato mediante un corso tenuto dalla Polizia municipale. L’iniziativa, coordinata dal Comune, è stata organizzata dopo aver consultato i genitori mediante un questionario informativo. Gli alunni e gli accompagnatori si incontreranno in punti prestabiliti e segnalati con appositi cartelli. Da lì si dirigeranno a piedi, in fila, verso scuola. Ogni coordinatore di linea avrà anche il compito di compilare un diario di bordo per monitorare l’esito della sperimentazione. Anche gli insegnanti avranno un ruolo attivo, sia nella progettazione del pedibus, sia nella realizzazione di un evento conclusivo che coinvolga tutti gli attori. (e.b.)

Pedibus

Messaggero Veneto, 28 Febbraio 2012

PASIAN DI PRATO

Andare a piedi a scuola consente di fare movimento, esplorare l’ambiente, imparare i segnali stradali, socializzare con i compagni. Senza contare il vantaggio di avere meno automobili circolanti vicino alla scuola. È per questo che la giunta Cosatti ha fatto propria la proposta, sostenuta dall’assessore all’istruzione Alessandro Longhino e dal delegato alle politiche giovanili Ivan Del Forno, di aderire al progetto “Pedibus”, già attivo in molti Comuni.

Si tratta di favorire il percorso autonomo dei bambini da casa a scuola e viceversa, sorvegliati da accompagnatori adulti volontari, uno ogni 10 alunni. Sarà avviato un sondaggio esplorativo, mediante un questionario, alle famiglie degli alunni delle classi terza e quarta della primaria “Fruch”, nel capoluogo.

L’associazione giovanile “Minoranza creativa”, presieduta da Alberto Gressani, già impegnata nella gestione di tre percorsi “Pedibus” alla Friz e alla Girardini di Udine (è in corso di verifica la fattibilità del progetto in altre 4 scuole cittadine), ha dunque il patrocinio della giunta pasianese per estendere l’iniziativa alla Fruch. La decisione della giunta è stata comunicata alla direzione didattica, auspicandone la condivisione. «Nella prospettiva “i giovani per i più giovani”- commenta Del Forno - è parsa ottima idea promuovere l’iniziativa, relativamente semplice ma orientata a risultati concreti, quale migliore stimolo e prova di crescita dei giovani e contributo al benessere delle famiglie. Dopo una fase esplorativa, in cui sarà importante la partecipazione dei genitori attraverso un questionario volto a valutarne l’interesse, si studierà un tragitto che tocchi le abitazioni dei ragazzi partecipanti, da sperimentare presumibilmente dopo Pasqua. Si pensa di estendere in seguito “Pedibus” anche alle frazioni». (p.b.)

Prevenzione del bullismo, progetto pilota

Messaggero Veneto, 12 GENNAIO 2012

Iniziativa dell’amministrazione comunale con l’associazione “Minoranza creativa”

PASIAN DI PRATO
Il bullismo è un fenomeno sociale che riguarda il mondo dell’adolescenza e della pre-adolescenza e porta con sé dei rischi riguardo allo sviluppo sociale e psicologico dei ragazzi coinvolti e non meno è causa di malesseri attuali specialmente legati alla sfera delle relazioni sociali e dei compiti di scolarizzazione e spesso è correlato a comportamenti devianti legati alla micro-criminalità e al vandalismo. Secondo le statistiche odierne tali dinamiche coinvolgono personalmente il 37% dei ragazzi delle scuole elementari e medie inferiori. Per questo l’amministrazione comunale di Pasian di Prato in collaborazione con la scuola media secondaria “G.D. Bertoli”e l’associazione giovanile del territorio “Minoranza Creativa” ha deciso di promuovere e attivare un progetto pilota di prevenzione sensibilizzazione al Bullismo attraverso la peer-education o meglio l’educazione tra pari. Il concetto alla base è quello di sconfiggere un fenomeno tipico della pre-adolescenza attraverso i suoi stessi canali di diffusione, i ragazzi stessi appunto. Il consigliere comunale con delega alle politiche giovanili Ivan Del Forno, l’assessore all’istruzione Alessandro Longhino e l’assessore alla sicurezza Daniele Pala hanno voluto unire le proprie forze per dare una risposta adeguata e decisa ad una problematica attualmente sempre più diffusa e preoccupante nel mondo giovanile dando il via al progetto che partirà oggi stesso e si protrarrà per tutto il secondo quadrimestre con più di otto incontri portati avanti dagli educatori di Minoranza Creativa e dagli esponenti delle forze dell’ordine locale.

Convegno Giovani coppie: Molinaro lancia le associazioni familiari

5 Giugno 2011

«La Regione sosterrà le esperienze di auto-organizzazione, soprattutto per le giovani coppie»

TRIESTE
Le famiglie riunite in associazioni o cooperative, con il sostegno della Regione. Roberto Molinaro annuncia l'attuazione degli articoli 17 e 18 della legge 11 del 2006. Dà il via libera a esperienze di autorganizzazione dei nuclei familiari. Un esempio concreto? Con l'aiuto dell'amministrazione regionale, le famiglie si potranno gestire i doposcuola. «Associazionismo familiare» e «sostegno ai progetti delle famiglie» sono i titoli dei due articoli approvati in era Illy. «Applichiamo quel testo di legge un po' alla volta - spiega l'assessore centrista -, entro l'estate ci muoveremo su questo fronte con risorse ancora da stabilire ma che consentiranno di partire». Nell'articolato si precisa che la Regione valorizza la solidarietà tra le famiglie, promuovendo l'attività delle associazioni rivolte a favorire il mutuo aiuto nel lavoro domestico e nella cura familiare; svolge interventi e gestisce servizi e strutture diretti al sostegno delle famiglie; realizza attività informative sui servizi disponibili sul territorio e sulle esperienze di solidarietà familiare come l'affido o l'adozione. Molinaro ne ha parlato ieri a Pasian di Prato al convegno "Giovani coppie: idee ed esperienze a confronto" organizzato dall'associazione "Minoranza Creativa", un pomeriggio dedicato ai problemi delle giovani coppie e alle istituzioni che si impegnano per mettere a loro disposizione risorse umane ed economiche. La presentazione di una ricerca dell'Università Cattolica di Milano, riassume l'assessore, «ha confermato che i problemi delle giovani coppie sono gli stessi dei giovani in generale. Il coraggio di assumersi le responsabilità non manca ma le incertezze su questioni come casa e lavoro è sicuramente un freno». L'iniziativa associazionistica, sottolinea infine Molinaro, «potrà servire anche a creare posti di lavoro proprio per le nuove generazioni».

Dieci incontri per giovani coppie "Trucchi" per un buon matrimonio

17 Febbraio 2011

PASIAN DI PRATO - (E.V.)
«È una buona iniziativa sviluppata dai giovani per i giovani». È con queste parole che il consigliere delegato di Pasian di Prato, Ivan Del Forno, saluta l'imminente avvio del progetto Vademecum matrimoniale ideato dall'associazione "Minoranza creativa", composta da giovani tra i 20 e i 28 anni e presieduta dal pasianese Alberto Gressani. Il progetto, finanziato con decreto della direzione centrale cultura e istruzione regionale e patrocinato dal Comune, si rivolge alle giovani coppie, appena sposate o in procinto di compiere il grande passo in 10 incontri. A prendere la parola saranno un mediatore familiare, un pedagogista, uno psicologo e un esperto di diritto matrimoniale. Una testimonianza di vita vissuta verrà portata da una famiglia numerosa.


Minoranza Creativa A.P.S. - Via Orientale, 12 - 33037, Pasian di Prato (UD)
C.F. : 94112170306 - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
© 2020 Minoranza Creativa